Priorità è la sicurezza degli edifici

Sfiorano quota 7 milioni di euro gli investimenti sull’edilizia scolastica in provincia di Pistoia, inseriti nella legge di bilancio 2018. Sono infatti 6.994.087 euro le risorse assegnato dal Governo alla Regione Toscana, sulla base di una graduatoria per la messa in sicurezza degli edifici e l’adeguamento antisismico, e destinati al nostro territorio. “È una notizia splendida – commentano i deputati Edoardo Fanucci e Caterina Bini –. L’attenzione all’edilizia scolastica, ovvero alla qualità della formazione e della cultura dei più giovani, è sempre stata al primo posto per i governi Renzi e Gentiloni. Grazie al lavoro del Partito Democratico, le scuole del territorio pistoiese saranno ristrutturate, migliorate dal punto di vista del consumo energetico, più accoglienti e più belle”.

Garantire la massima sicurezza delle strutture è l’obiettivo di questo finanziamento, attraverso interventi antisismici e antisfondellamento, per il rinforzo dei solai e contro la caduta di calcinacci. Le risorse riguardano anche le scuole superiori: vengono finanziati, con 105.000 euro, lavori di manutenzione straordinaria al liceo artistico “Petrocchi” di Pistoia, mentre 172.000 euro sono assegnati per la ristrutturazione della succursale dell’istituto alberghiero “Martini” di Montecatini Terme.

“Gli enti locali – vanno avanti Fanucci e Bini – avranno adesso le risorse necessarie per consentire ai più piccoli di imparare in ambienti moderni, accoglienti e sicuri. Si tratta di una grande vittoria: è, senza dubbio, la maggiore quantità di risorse che il nostro territorio è riuscito a intercettare negli ultimi anni, grazie all’impegno dei sindaci, del governo e al lavoro della filiera istituzionale, che si è attivata in questo senso, in modo molto proficuo”.

Nel dettaglio, ecco quali sono stati gli interventi finanziati dalle legge di bilancio 2017: a Pescia la ristrutturazione edilizia della primaria Valchiusa “Libero Andreotti” per 591.444 euro, a Quarrata 984.228 euro per la manutenzione straordinaria della “Bonaccorso da Montemagno”, a Pieve a Nievole 494.351 euro per il risanamento conservativo alle “Galileo Galilei”. A Cutigliano, invece, è stata finanziata la manutenzione straordinaria della scuola “Massimo Braccesi” per 251.340 euro, così come a Ponte Buggianese saranno ristrutturate le scuole “Padre Filippo Cecchi” e “Gianni Rodari”, per un totale di 715.723 euro. Altre manutenzioni straordinarie sono previste in diverse scuole di Montecatini Terme: “Giovanni Pascoli”, “Massimo d’Angeli” e ”Don Giulio Facibeni”, istituto alberghiero “F. Martini” per un totale di 1.222.000 euro. Infine, sono in programma ristrutturazioni edilizie alla scuola per l’Infanzia di Maresca “Anna Frank” per 630.000 euro, mentre a Pistoia il liceo “Petrocchi” riceverà una somma di 105.000 euro per interventi di manutenzione straordinaria. Particolarmente rilevante il finanziamento da 2 milioni di euro destinato a Montale, dove è prevista la demolizione e la ricostruzione della scuola primaria di Stazione, il cui tetto in eternit fu spazzato via durante la tempesta di vento del 5 marzo 2015.

 

Manutenzione straordinaria alla scuola Marconi di Montecarlo

“Grazie al Governo per l’attenzione dimostrata al nostro territorio”

«Siamo davvero soddisfatti per l’arrivo del finanziamento da 346.135 euro del Governo, destinato agli interventi di manutenzione straordinaria alla scuola per l’infanzia Guglielmo Marconi di Montecarlo. Un segnale importante di attenzione al nostro territorio, di cui potranno godere i bambini, le loro famiglie e gli insegnanti. Grazie ai Governi Renzi e Gentiloni che hanno scelto di investire nell’edilizia scolastica come priorità». Commenta così il gruppo di opposizione Pd in consiglio comunale, insieme al Pd di Montecarlo, la notizia dello stanziamento di 346.135 euro da parte del Ministero dell’istruzione, sulla base della programmazione della Regione Toscana, per la scuola di Montecarlo.

«È davvero un’ottima notizia – aggiungono i deputati Pd Caterina Bini ed Edoardo Fanucci, candidati rispettivamente nei collegi uninominali di Senato e Camera, che comprendono i comuni di Altopascio e Montecarlo –. La conferma che il Governo, in questi anni, ha sempre investito in modo mirato nella sicurezza degli edifici, grazie anche al progetto Scuole sicure, attraverso il quale sono state stanziate ingenti risorse per intervenire sull’adeguamento sismico ed energetico e la messa in sicurezza di migliaia di edifici in tutta Italia, per la prima volta, con una programmazione triennale».

 

Bagnolo, adeguamento sismico della scuola grazie ai fondi del Governo

Bini e Giacomelli: “Un’ottima notizia per il territorio”

Sono 160.000 euro le risorse stanziate dal Ministero dell’istruzione per l’adeguamento sismico della scuola dell’infanzia e primaria di Bagnolo, nel comune di Montemurlo. Fondi arrivati all’ente, grazie all’aggiudicazione di un bando del Governo per interventi di messa in sicurezza di edifici scolastici, sulla base della programmazione della Regione Toscana.
«Un’ottima notizia per i bimbi, le loro famiglie e tutti gli insegnanti e il personale che lavora nella scuola – commentano l’onorevole Caterina Bini, candidata Pd al Senato per il collegio uninominale di Prato, e Antonello Giacomelli, sottosegretario allo sviluppo economico e candidato al collegio plurinominale alla Camera – La conferma che il Governo, in questi anni, ha investito in modo mirato nella sicurezza degli istituti. E lo ha fatto, per la prima volta, con una programmazione triennale. Complimenti all’amministrazione di Montemurlo che ha avuto grande capacità di intercettare  i finanziamenti del Governo, ottenendo importanti risultati per il territorio».

I 160.000 euro saranno utilizzati per l’intervento  di adeguamento sismico nella zona mensa e nell’atrio della scuola di Bagnolo, per sanare una situazione di criticità su cui era necessario intervenire.

«Ho appreso con soddisfazione dall’onorevole Bini e dal sottosegretario Giacomelli la notizia del finanziamento del nostro progetto per l’adeguamento sismico della scuola di via Micca a Bagnolo. Un intervento che fa seguito alle indagini sulla vulnerabilità sismica, che negli anni passati il Comune di Montemurlo ha effettuato su tutte le scuole del territorio. – commenta il sindaco del Comune di Montemurlo, Mauro Lorenzini – Un lavoro importante che andrà ad aumentare la sicurezza degli edifici scolastici. Un grazie al Governo per aver tenuto in considerazione le nostre necessità e per aver valorizzato il lavoro di progettazione e programmazione svolto dai nostri uffici».

Post a comment