Sanità, le persone al centro

Biotestamento, legge sull’autismo, legge contro il cyber bullismo e contro il femminicidio, introduzione reato di tortura, legge sul Dopo di noi e Unioni civili. Con queste leggi, il nostro è stato il Governo dei Diritti. Continueremo a mettere le persone al centro, attraverso il sostegno in vari settori dell’universalismo, su tutti la sanità.

Molti traguardi sono stati raggiunti nella scorsa legislatura: dai nuovi Livelli essenziali di assistenza (LEA), che hanno ampliato ed aggiornato le prestazioni offerte dal Sistema Sanitario Nazionale (tra cui, per esempio, la fecondazione omologa ed eterologa gratuita, la terapia del dolore, i trattamenti per le patologie rare e croniche come endometriosi e celiachia) alla riforma delle professioni sanitarie, che ha riordinato i comitati etici e gli ordini professionali.

A causa della disinformazione, nel 2017, malattie come il morbillo hanno triplicato la loro diffusione. Grazie al decreto vaccini abbiamo aumentato del 30% la copertura vaccinale. Lo consideriamo un successo, una battaglia civile e culturale da portare avanti, senza indugi.

Abbiamo inoltre cominciato a riformare il terzo settore e continueremo a farlo, in stretto rapporto con gli operatori e le famiglie coinvolte. Daremo piena attuazione al servizio civile universale, con un mese di servizio civile obbligatorio in sinergia tra scuola e terzo settore.

Tutti i punti del programma