“Maxibollette” a conguaglio: norme a tutela dei consumatori

La proposta di legge approvata all’unanimità in prima lettura dalla Camera il 5 dicembre 2017 reca norme a tutela dei consumatori in tema di fatturazione e conguaglio delle bollette dell’energia elettrica, gas e acqua. In particolare, sul tema delle “maxibollette” – ossia l’emissione di fatture di rilevante importo a conguaglio dei consumi di energia elettrica, gas e acqua – è già intervenuta la legge annuale per la concorrenza (legge n. 124 del 4 agosto 2017), introducendo il diritto dei consumatori alla rateizzazione delle stesse, con il solo diritto per i fornitori agli interessi legali nei confronti del cliente finale, nonché attribuendo all’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico (AEEGSI) il compito di adottare misure per responsabilizzare i distributori e individuare modalità idonee a favorire l’accessibilità dei contatori da parte dei distributori stessi.

Le norme approvate si rivolgono, in particolare, agli utenti domestici, alle microimprese, ai professionisti: d’ora in avanti, nei contratti relativi a tali servizi, il termine di prescrizione per l’emissione delle fatture passa da 5 a 2 anni, incentivando, in tal modo, un efficientamento ed una maggiore trasparenza del sistema di verifica e trasmissione delle letture.

È stato sancito il diritto del consumatore ad ottenere il rimborso, nel caso in cui sia dovuto, entro tre mesi; viene incentivata l’autolettura come strumento di consapevolezza e di certezza da parte dei clienti e sono state introdotte norme per l’accesso dei cittadini utenti ai dati relativi ai propri consumi tramite il Sistema informativo integrato.

Il dossier completo sui contenuti del decreto legge

Vai alla scheda dell’iter parlamentare

Post a comment