La protezione dei minori stranieri non accompagnati è legge

Un provvedimento per quei bambini e ragazzi che, senza genitori, cercano una salvezza o sono messi dalle famiglie su un barcone come ultima possibilità per fuggire da guerre, fame, violenze.

Le norme contenute nel testo si ispirano ai principi contenuti nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, nella Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e nella Carta europea dei Diritti della Persona, facendosi carico della concretezza nel non lasciare all’emergenza, piuttosto che alla volontà o possibilità del sindaco o del governo di turno, la discrezionalità di programmi e investimenti per i minori senza famiglia.

Il testo sancisce che i minori stranieri non accompagnati, a prescindere dall’intenzione di richiedere protezione internazionale, siano titolari dei diritti in materia di protezione dei minori a parità di trattamento con i minori cittadini italiani o dell’Unione europea e abbiano, pertanto, il diritto di accedere al Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR).

Si tratta di un provvedimento molto atteso da associazioni, agenzie umanitarie e da Sindaci e amministratori, in particolare quelli più virtuosi e sensibili.

Vai al dossier completo sui contenuti della legge

Vai alla scheda dell’iter parlamentare

Post a comment